the library feedback

corner Commenti - Jaume di Sitges corner
bottom

logo

top

bottom

logo

top

bottom

logo

top

bottom

logo

top

decorative bar

1 Mercoledì, 3 agosto 2016 1 14 1
1 Ciao,

ho letto la storia "Jaume di Sitges" tutta d'un fiato, non riuscivo a staccarmi, tanto mi aveva preso. Pensa che ho saltato cena (beh, ho mangiato due frutti) e mi sono messo a letto che erano due due (di mattina).

Una storia d'amore fortissima. Jaume è fantastico (non per niente gli amici lo chiamano il re di Sitges), e Kiril astuto (per come riesce a fare innamorare di sé Jaume). E poi mi hai fatto venir voglia di andare a visitare Sitges, avendo come guida questo (fantastico) racconto.

Viky

1
1 1 1
1 Venerdì, 10 ottobre 2014 1 13 1
1 Andrej,

trovo che la storia di "Jaume di Sitges" sia una delle più sensuali che tu hai scritto, ma anche una delle più gentili, sei riuscito a farci amare questo ragazzo che fa la vita, ma che conserva una purezza di cuore incredibile. Se incontrassi una marchetta come lui, me ne innamorerei immediatamente.

Non ho mai avuto molte simpatie per i ragazzi che lo fanno per soldi, prima di leggere questa storia. Davvero non dovremmo mai giudicare nessuno prima di averlo conosciuto. Ti ringrazio per avermi dato materia di riflessione anche su queste cose. Leggere le tue storie in modo non superficiale dà sempre un aiuto a diventare migliori.

Marco

1
1 1 1
1 Martedì, 18 ottobre 2011 1 12 1
1 ciao,

ho letto proprio adesso "vita segreta di un musicista" è molto bello... devo dire che molti aspetti del finale sono simili a molti altri tuoi romanzi, cioè che dopo aver avuto la fortuna di essere aiutati i protagonisti aiutano altre coppie in difficoltà... è un concetto che ribadisci ogni volta e che dimostra quanto sia importante aiutarsi a vicenda anche al di fuori della coppia...

io e il mio ragazzo non siamo proprio così... siamo una coppia chiusa a dire il vero... cioè c'è ben poca amicizia all'esterno... ma credo che lo abbiamo voluto entrambi...

mi chiedo come faccia una persona a subire per 10 anni un trattamento come quello che il suo impresario gli faceva... e come per incanto un benefattore si prende cura dei due amanti aiutandoli e sostenendoli... anche questo concetto viene spesso ripreso nei tuoi romanzi...

alcuni si potrebbero annoiare nel sentire le solite storie... ma non io... e ho intenzione di leggertele tutte... e direi di essere sulla buona strada visto che la metà è stata più che superata... c'è qualcuno che te le ha lette tutte?

mi piace come il musicista trasformi i suoi stati d'animo in musica... anche un mio romanzo (anzi due) disegno questo modo di esprimersi... se avessi orecchio mi sarei buttato su quest'arte... oppure mi sarebbe piaciuto poter esprimermi nel disegnio come in "i miei dieci modelli" anche quello letto recentemente... e veramente bello (mi ha fatto venir voglia di aver un qualche nudo in casa) evidentemente è nella penna che trovo maggiore vigore... (anzi nella tastiera del computer...)

prima di questo ho letto "jaume di sitges", anche questo molto bello, quello che più di tutti mi ha colpito è stato la rabbia che ha provato quando gli hanno picchiato il ragazzo... lì anch'io mi sono immedesimato nelle sue emozioni... non so... ma mi ha coinvolto... forse perché so che se farebbero qualcosa al mio ragazzo reagirei anche peggio.

comunque leggere i tuoi romanzi mi riempie le tante ore vuote e mi fa rendere le giornate più emozionanti.

grazie, dani.

1
1 1 1
1 Martedì, 14 luglio 2009 1 11 1
1 Caro Andrej

Grazie innanzitutto per la password di accesso alla biblioteca.

Ti confesso che come critico valgo veramente poco, ma ti posso dire quali storie mi sono piaciute più di altre: al momento, solo con l'ausilio della memoria, ti posso citare Jaume di Sitges, Né angeli né marchette, Amanti skinhead, Al tempo degli Dei, Il ragazzo albanese, Le memorie segrete di Lord Moriesson, Manush, Tre lucerne alla finestra.

Ecco, queste sono tra le mie preferite, ma devo dire che a volte è difficile stabilire una graduatoria perchè i tuoi racconti sono tutti interessanti e piacevoli.

Ti prego, continua così; inutile dirti che avrai la mia gratitudine (per poco che possa valere).

Ricky

1
1 1 1
1 Giovedì, 03 maggio 2007 1 10 1
1 Caro Andrej,

ho letto alcuni dei tuoi racconti.
Jaume de Sitges
La santa vita di un vescovo peccatore
Nunc dimittis
il trifoglio nero
Morve
Epistolario
il diario di Alain

Mi sono piaciuti tutti, effettivamente sono ben documentati ed avvincenti.
Ho particolarmente gradito, soprattutto in alcuni, la vena religiosa... mi sbaglio?
Mi è anche piaciuta l'introspezione dei personaggi, le descrizioni spesso accurate.

Mi sono guardato un po' attorno nel tuo sito, e ho notato che hai scritto tanto. Appena ho un po' di tempo in più (in questo giorni sono a casa in malattia) mi metterò a leggere la tua biografia... Mi piacerebbe capire un po' meglio chi sei, da dove ti arriva la vena creativa...

Urgh, quanto ho scritto, scusa...

ti ringrazio per i piacevoli momenti di lettura che mi hai concesso,

P.

1
1 1 1
1 Domenica, 27 agosto 2006 1 9 1
1 Ciao!

Non so se parlare con il "tu" o il "lei" visto che non ci conosciamo; ora che ci rifletto, però, avendo letto tutti i tuoi racconti forse posso pensare di conoscerti un poco per cui ti darò del "tu".

È da tanto tempo che penso di scrivere due righe ma per un motivo o per un altro non l'ho mai fatto, ed ogni volta dopo la lettura di uno dei tuoi bei racconti mi sentivo sempre un po' "colpevole"... ecco qui, pensavo, mi sto deliziando nel leggere questo scritto e non mi degno neppure di farglielo sapere. Sembra quasi folle quello che sto dicendo, ma è la verità.

Non so perché stasera mi sono deciso, ma voglio farti sapere che, come diciamo a Roma, "sei un grande": scrivi con una tale passione che verrebbe quasi voglia di viverle alcune di queste avventure... anzi no, mi correggo, sarei un bugiardo se dicessi che non avrei voglia di essere il protagonista di alcune di queste storie.

Diversi tuoi racconti, per motivi differenti, mi hanno in qualche modo "emozionato".

Così su due piedi direi che mi piacerebbe incontrare un ragazzo che cerca l'amore come "Jaume di Sitges" e/o vivere un'avventura un po' "trasgressiva" come quella degli "Amanti Skinheads".

In realtà quello che vorrei avere veramente è la forza ed il coraggio che tanti "tuoi" ragazzi hanno nell'accettarsi e nel dichiararsi gay; io purtroppo non l'ho ancora trovato ed a questo punto comincio a pensare che forse non lo troverò mai.

Un salutone,

Ciao,

V.

1
1 1 1
1 Giovedì, 20 luglio 2006 1 8 1
1 caro Andrej
Sto leggendo Nunc dimittis, ho appena finito il quinto capitolo e le lacrime mi scendono a secchi...

Sei un genio!!

grazie

Vuoi che ti dica tra tutti i tuoi 140 racconti qual'è quello che mi ha colpito di più? Jaume di Sitges.

Un monaco ottocento anni fa ha scritto che la virtù consiste nel camminare nel fango senza sporcarsi.

Per me Jaume redime e nobilita tutto ciò che purtroppo per abitudine e cultura chiamiamo fango

ciao
carlo

1
1 1 1
1 Sabato, 20 maggio 2006 1 7 1
1 Caro Andrej,

Ecco i miei commenti per i racconti dello scaffale 6:

Jaume di Sitges - Molto bello... e romantico! Interessante l'incipiente amore gay di Juan...

A presto, Mario

1
1 1 1
1 Domenica, 29 gennaio 2006 1 6 1
1 Caro Andrej,

Ho letto fin'ora Jaume di Sitges e La strana coppia. Mi piace molto il contrasto fra la castità del linguaggio e la non-castità (diciamo) delle faccende. Quest'è l'italiano sodo e diretto che si parlava a casa. (Salvo che "assieme" e "l'altro ieri" non ho mai sentito dire).

Come ti ho forse già detto, ho imparato l'italiano da bambino e non ho in questa lingua una qualsiasi cultura letteraria. In francese sono più istruito. Forse ti piacerà il mio racconto "Bastille Day" che si trova sul Nifty cercandomi (Tony Malone) fra i "prolific authors".

Tony

PS Un amico mi ha dovuto fare capire cosa vuol dire Koymasky! L'avendo mai pronunciato prima di parlarne a lui, lo prendevo sul modello di Mayakovsky.

1
1 1 1
1 Mercoledì, 13 luglio 2005 1 5 1
1 Ciao, come va?

È stato il 7° capitolo di Jaume di Sitges a farmi avvicinare alle tue letture e poi a conoscerti. E ora che ti conosco, ho "visitato" anche l'intero racconto.

È veramente molto bello e specialmente ti lega alla storia fino alla fine. Solo una cosa, all'inizio del capitolo 12, dopo "Jaume sorrise, ma non disse che era lui che Kiril aspettava" si fa fatica a capire chi parla... solo quello, cioè devi leggere con un attimo di attenzione in più. Molto bella la parte del prof... sia nel modo di fare che di esprimersi.

"Amanti skinhead" mi è piaciuto abbastanza, ma non mi piace molto che Jerry continui a fare l'amore anche con gli altri oltre che a Sean. Nel senso che qualche rara volta può anche capitare, però credo che si debba fare l'amore solo con una persona, per dirle che se anche provi un profondo affetto per qualcunaltro, quella persona è speciale.

Secondo me fare l'amore è un modo per donarsi l'uno all'altro e sentirsi un corpo e un anima, il fatto che sia anche molto piacevole ti fa sentire meglio, ma secondo me oltre al piacere c'è un significato molto più profondo. Nonostante mi possano piacere altri ragazzi e voler loro bene, e essere attratta da loro, ritengo che il mio corpo e la mia anima la dono così al mio amore. Sarò all'antica, ma credo che sia giusto così, anche se ognuno è libero di amare come vuole. Io preferisco amare così.

Ho letto il primo no di fabrizio. È molto interessante come descrivi i sentimenti, però non penso che nella realtà un ragazzo si 'svenderebbe' così. Ho capito le tentazioni ma nessuno è così remissivo, almeno credo.

Ho letto anche doppio scambio però l'ho trovato un racconto di passatempo, nel senso che era carino però come temi trattati non posso paragonarlo a il 'ragazzo dell'acquedotto'.

Comunque quelli che leggo li sto classificando per ordine di gradimento e quando li avrò letti tutti ti comunicherò l'ordine.

Ora sto leggendo "l'anima nel telefonino", ma riesco a leggerla solo molto a rilento. Forse perchè sono racconti scollegati, ma non mi prende tantissimo. Alcuni mi piacciono più, altri meno. Anche se è comunque carino. Forse perchè è tutto un racconto e non c'è un rapporto tra i due interlocutori. Mi sembra un rapporto troppo distaccato. Però è piacevole il modo in cui affronti i periodi storici. Si vede che sei colto, sia per il registo che usi che per le conoscenze storiche e geografiche. Non basterebbe documentarsi, perchè il tutto sarebbe molto freddo, ma se tu sai già come è la storia e la approfondisci allora calamiti i lettori in quel mondo.

A presto

Baci, Miyuki

1
1 1 1
1 Domenica, 2 novembre 2003 1 4 1
1 Ciao Andrea, mi sto leggendo alcuni dei tuoi racconti che trovo molto gradevoli. Ho casualmente scoperto il sito perchè facendo una ricerca su Sitges dove sono stato quet'estate yahoo mi ha dato il tuo link cosi ho letto Jaume di Sitges. Ed ora sono curioso degli altri racconti!

Credo che un giorno potresti anche pubblicare tutti i tuoi racconti su un libro solo (oppure due), come una raccolta di novelle tipo "Ballo di famiglia" di David Leavitt.

Per ora posso dirti che quelle poche che ho letto - ma prometto che farò di più - mi sembra rispecchino in proprio la "nostra" vita. Quella che mi ha attirato di più è stata La strana coppia, perchè io vivo una storia molto simile. Certo, è diversa come parametri ma alcune cose sono altamente simili.

Per ora stò leggendo Il figlio del Presidente e mi sembra molto interessante, molto reale e se vuoi ti dirò di più appena finisco.

Un consiglio: perchè non vai sul sito di gay.tv e chiedi loro di poter pubblicare i tuoi racconti oppure mettere un link per il tuo sito? Chissà che non possa portarti maggiore notorietà e maggiori accessi.

A presto
Mario

1
1 1 1
1 Domenica, 18 agosto 2002 1 3 1
1 Caro Andrej, grazie per i tuoi racconti. Li ho letti quasi tutti. Mi hanno perfino strappato le lacrime. Alcuni sono veri capolavori. Ho letto tempo fa La scelta e simpatizzo per Gustavo. E' evidente che la tua non è una conoscenza libresca del cristianesimo; neppure un vaticanista sarebbe in grado di scrivere di cose religiose come lo fai tu.

Tornando ai racconti mi sono piaciuti anche: Anche una spia può amare, Il carro dei guitti, Il segno del forcipe, L'ombra del divo, In fuga, Memoria, Buon natale Norman... ma dovrei citarne più della metà.

Alcuni non li ho finiti per questi motivi: non mi attira il genere fantascienza ; gli epistolari sono troppo impegnativi; in alcuni racconti le scene di sesso prendono il sopravvento su una trama povera, ma di questi non ricordo neppure il titolo.

Una bella eccezione è Jaume di Sitges, dove nonostante la povertà della trama e l'abbondanza di sesso, il protagonista ha una personalità fortissima e carica di umanità. I finali spesso sono un po' scontati e prevedibili: mettono su una bella bottega... Segno del tuo ottimismo invincibile.

Grazie ancora per aver messo a disposizione di tutti (e gratuitamente!) il frutto della tua esperienza, delle tue letture e dei tuoi viaggi.

Ciao
Eugenio

1
1 1 1
1 Giovedì, 27 aprile 2000 1 2 1
1 Caro Andrej,

il tuo invito a entrare nel tuo sito me lo ero già fatto da solo... Devo confessarti che a questo punto ne ho letto circa l'80%, ne ho stampato e fatto circolare almeno il 30% ne ho diffuso l'indirizzo a tutti i miei conoscenti. (Ora mi chiederai i diritti )
Sono un patito di letteratura, prosa e poesia, e le tue storie mi hanno preso moltissimo. 8 1/2 a Jaume di Sitges, (perdona ma la corretta grafia non la ricordo) oltre al 9+ per nunc dimittis. Voti a parte (è uno scherzo ovvio) plauso per la trilogia italiana, e per il trifoglio nero, ma tutte le storie sono veramente molto belle.
Le critiche (limitate ti assicuro) alla prossima e soprattutto alla fine della lettura.
Grazie
Paolo

1
1 1 1
1 Mercoledì, 28 aprile 1999 1 1 1
1 Caro Andrej,

Ho letto parecchie delle tue storie, ma non tutte, anche perchè, visitando il tuo sito periodicamente, vedo che se ne aggiungono sempre di nuove in italiano.
Fra quelle che ho letto, mi sono piaciute in modo particolare "Il teatro dei burattini", "Jaume di Sitges", "Chi deve perdonare", "Fratelli d'Italia", "Oro, incenso e mirra".

Ciao e a presto.

Stefano

1
1 1 1

back next

decorative bar


corner © Matt & Andrej Koymasky, 1997 - 2016 corner
navigation map
recommend
corner
corner
If you can't use the map, use these links.
HALL Lounge Livingroom Memorial
Our Bedroom Guestroom Library Workshop
Links Awards Map
corner
corner